Commissione Strutture

 

Al termine del 2014 è stato varato dal Comune il nuovo Regolamento Edilizio di Milano.
Novità assoluta per un RE in Italia è rappresentata dal nuovo articolo 11.6 che richiede la ricollaudazione statica per tutti i fabbricati che abbiano compiuto 50 anni di vita, pena il decadimento dell'agibilità.
Una misura forte e importante nei confronti di circa 27 mila immobili a Milano che presentano queste caratteristiche, con un costo sociale molto forte anche se non sempre giustificato.
Da queste considerazioni è partita la Commissione Strutture dell'Ordine degli Ingegneri di Milano per scrivere delle Linee Guida che attenuassero nei modi applicativi dell'articolo, quanto indistintamente affermato nell'articolo stesso. Due anni di lavoro, a fianco dei tecnici del Comune, per scrivere queste Linee Guida e per individuare sostanzialmente due livelli di verifica che potessero entrambi arrivare all'emissione, da parte di un tecnico abilitato, di un Certificato di Idoneità Statica che comprende sia la verifica dello stato delle strutture, sia quello delle parti secondarie che possono comportare pericolo a persone o cose.

Il primo livello di verifica, dal costo molto contenuto, mentre da una parte garantisce cittadini e proprietari sulla sicurezza dell'immobile in questione in tutte le sue parti principali ed accessorie, dall'altra non richiede di arrivare ad un vero e proprio collaudo statico secondo quanto inteso dalle normative nazionali vigenti.
Tale primo livello è probabile che sia richiesto dalla grande maggioranza degli immobili presenti sul territorio e pertanto il costo sociale delle nuove verifiche introdotte dall'articolo 11.6 risulta con l'adozione delle Linee
Guida infinitamente ridotto. Il secondo livello di verifica, molto più approfondito, si applica unicamente agli immobili che non abbiano passato il primo livello, vale a dire quelli per i quali sono evidenti segnali di sofferenza sulle strutture o che sono stati negli anni oggetto di rimaneggiamenti importanti sulle strutture e/o di sopraelevazioni.

Si ritiene questo lavoro molto importante per l'Ordine e per tutti i cittadini di Milano dal momento che:

1.   si è riusciti a diminuire notevolmente il costo sociale originario dell'articolo 11.6 senza tuttavia diminuirne gli effetti dal punto di vista della prevenzione e della sicurezza dei cittadini;

2.  si è riusciti a dimostrare come l'Ordine degli Ingegneri possa rappresentare un supporto importante per l'Amministrazione quando sia necessario declinare dal punto di vista tecnico le regole imposte dalla stessa Amministrazione;

3.  si è offerto al Comune, che lo ha accettato, il supporto dell'Ordine per il deposito, l'analisi statistica ed il controllo di tutti i CIS che saranno emessi a Milano, con ciò confermando che l'Ordine rappresenta un servizio per tutti i cittadini a garanzia della sicurezza e del rispetto delle normative vigenti.

Mediante la Determina Dirigenziale 598576 del 25 novembre 2016 che emana formalmente da parte del Comune le Linee Guida per la Certificazione di Idoneità Statica (CIS) degli edifici con più di 50 anni, il Comune ha di fatto ''addolcito'' e modificato sostanzialmente i contenuti dell'art. 11.6 del nuovo Regolamento Edilizio, rendendo, nella maggioranza dei casi, molto meno onerose per le proprietà degli edifici in questione le attività necessarie ai tecnici abilitati incaricati per l'emissione del CIS, soprattutto nei casi in cui sono previste le sole verifiche di primo livello che non corrispondono ad un ri-collaudo statico vero e proprio.

L'Ordine si è inoltre preoccupato di dirimere il dubbio se la semplice Determina Dirigenziale possa di fatto modificare i contenuti di un articolo di Regolamento Edilizio.

Di ciò ha prontamente informato il Comune perché non possa essere sollevato alcun dubbio sulla priorità di valenza giuridica fra regolamento edilizio e linee guida.

Per sciogliere il suddetto dubbio, la Commissione Strutture di questo Ordine, dopo aver redatto le Linee Guida in questione, ha posto in data 28.02.17 un quesito alla Direzione Urbanistica del Comune di Milano,  la quale ha confermato con risposta del 19.04.17 la validità giuridica delle stesse. 

Bruno Finzi 
a nome di tutta la Commissione Strutture dell'Ordine di Milano

APPROFONDISCI LE LINEE GUIDA