Istruzioni pagamento quota annuale

QUOTA 2018

Il Consiglio dell’Ordine ha deliberato, nella seduta di Consiglio del 13 dicembre 2017, di mantenere invariate le quote per il 2018 rispetto allo scorso anno.
Nello specifico, l’ammontare delle singole quote, corrisponde a:

iscritto

fino al 35°anno di età (compiuto nel 2018)

dal 36° al 70 anno di età (compiuto nel 2018)

dal 71° anno di età (compiuto nel 2018)

dal 85° anno di età (compiuto nel 2018) e con almeno 20 anni di iscrizione all'Ordine di Milano

portatore di invalidità
100,00 euro

175,00 euro

125,00 euro

esenzione

50 euro


IMPORTANTE:
Il Consiglio ha deciso di aderire al Sistema PagoPA, iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
PagoPA è un sistema pubblico che garantisce a privati e aziende di effettuare pagamenti elettronici alla PA in modo sicuro e affidabile, ma soprattutto in totale trasparenza nei costi di commissione. La commissione, a carico dell’iscritto, varia al variare di chi fornisce il servizio di pagamento (Prestatore di Servizio del Pagamento - PSP) e del canale utilizzato per il pagamento.

La modalità per il pagamento della quota 2018 è la seguente:

1° Fase:
-  dai primi giorni del mese di Marzo in AREA RISERVATA sul sito sarà disponibile l' AVVISO pagoPA precompilato, emesso
    attraverso Banca Intesa San Paolo. Per scaricarlo accedi al sito con le credenziali che ti qualificano in quanto iscritto (nome
    utente: nella forma MI0 + numero di iscrizione, ad es: MI012345, MI006789).

Il pagamento dell’AVVISO PagoPA, può avvenire:
- tramite canale internet banking e ATM;
- tramite qualsiasi sportello bancario aderente al sistema “PagoPA”;
- tramite qualsiasi sportello Sisal e Lottomatica.

N.B. Data ultima di pagamento: 31 marzo 2018.

2° Fase:
emissione RAV Agenzia delle Entrate-Riscossione (ex Equitalia) nei confronti degli iscritti che non avranno provveduto al pagamento dell’AVVISO pagoPA entro la data del 31.03.2018.

3° Fase:
affidata all’ Agenzia delle Entrate-Riscossione per l’avvio della procedura di riscossione coatta, con emissione di cartella esattoriale nei confronti degli iscritti che non avranno provveduto al pagamento del RAV entro la data del 30.06.2018